Scivolare.it

Kalymnos - L'isola delle spugne

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Questo articolo non parla di scialpinismo o scarponi, né tanto meno di attacchi, arva o di meravigliose curve sul firn. Di tutto questo, mi auguro, ne riparleremo tra qualche mese. Per il momento cercherò di trasmettervi le emozioni vissute in una vacanza "friul-gorizian-giuliana" dal sapore arrampicatorio: dove?? A Kalymnos, l'isola delle spugne.

...."Quando Dio creò la terra in direzione di kalymnos, gettò solo roccia. E' difficile credere che ciò che noi prima consideravamo una maledizione possa diventare una benedizione."...

Questo pensano oggi gli abitanti di Kalymnos, una delle isole del Dodecaneso immersa nel mare Egeo, con la sua tranquilla e pittoresca capitale Pothia, cittadina costruita come un anfiteatro sul mare. Quando sbarcate a Kalymnos non abbiate fretta di immergere le vostre mani nel sacchetto di magnesio, dimenticatevi i gradi, l'allenamento e prendetevi un paio di giorni per godervi l'isola in totale relax. Piano piano tutto vi sembrerà perfetto, il ritmo delle vostre giornate, il suono del vento, il Meltemi, la voce del mare con le sue onde, il profumo della salvia e del basilico selvatico e dopo un po' riuscirete ad ascoltare il canto della roccia. E' proprio così che Aris Theodoropoulus chiama la sua Kalymnos , "l'isola dalla roccia che canta". Ogni falesia nasconde un fascino particolare, scorci naturalistici veramente mozzafiato dove il blu del mare si contrappone ad una terra arida, brulla per poi salire verticalmente nel calcare della roccia.

Se non avete la smania di lavorare il vostro 7c stagionale vi consiglio di vagabondare per le numerose falesie disseminate sul territorio, i risultati e le soddisfazioni personali comunque non mancheranno. I settori da visitare assolutamente sono Arhi, Odissey, La grande grotta, Afternoon e Khamari; in tutte le aree attrezzate si trovano sia itinerari facili su cui scaldarsi (placche dove consumare le scarpette) sia vie strapiombanti su canne o meravigliose concrezioni calcaree che sembrano staccarsi da un momento all' altro. La chiodatura è ottima ovunque, come anche la roccia! Non date la colpa alla birra o all' ouzo della sera precedente se mentre arrampicate su di un bel 5b di riscaldamento (per la vostra ragazza si intende) vi trovate 20 simpatiche caprette che scendono per una via accanto di 5c senza magnesite!!! Non appena i vostri polpastrelli ve lo chiederanno soddisfate la vostra voglia di mare in splendide spiagge assolate ma soprattutto soddisfate il vostro palato con abbuffate di pesce, insalate greche e tutto il meglio della cucina locale. Soggiornare a Kalymnos è molto facile, l'isola è disseminata di Studios, appartamenti molto semplici dotati del confort necessario.

Nel nostro caso abbiamo avuto la gioia di conoscere una persona veramente speciale proprietario del "Mary Popi Studios" in località Platys Gialos , che ci ha fatto trascorrere delle serate indimenticabili a base di pesce, birra e ouzo. George Tsakrios è il suo nome ma potrete chiamarlo anche "sexy george". All'apparenza schivo dategli il tempo necessario per conoscervi e il resto verrà da sé; sicuramente passerete una giornata a vagabondare per l' isola assieme a lui e alla sua alfa romeo alla scoperta di posti segreti, baie dall' acqua smeraldina ed all'immancabile battuta di pesca; l' esperienza sarà indimenticabile, soprattutto alla sera seduti a tavola. A nome di tutti i partecipanti non smetterò mai di ringraziare George e sua moglie per la meravigliosa ospitalità facendoci sentire, giorno dopo giorno, parte della famiglia. Provare per credere!!!!! Per raggiungere le falesie e scorazzare liberamente sull' isola il mezzo consigliato è uno scooter che potrete noleggiare a pochi euro al giorno. Fate attenzione!! Spesso l'indicatore della benzina non funziona...esperienza personale! Famosa per il suo clima secco è possibile arrampicare tutto l'anno anche se la stagione migliore rimane l'autunno.

Le falesie sono in totale 42 per un numero di itinerari che oggi supera i 500 tiri di corda, ma il numero è destinato a salire viste le potenzialità dell' isola. Insomma Kalymnos è un luogo ideale per coloro che cercano una vacanza verticale " sole e divertimento". Per la par condicio, termine molto di moda nel nostro paese, è giusto descrivere anche un aspetto negativo dell' isola : purtroppo l'ambiente non è il problema principale degli abitanti di Kalymnos; spesso infatti si trovano parecchi rifiuti lungo le strade e talvolta anche vicino alle spiagge (ma per fortuna mai nelle falesie!) e questo è un vero peccato visto la bellezza dell'isola. Per raggiungere Kalymnos nel periodo estivo è consigliabile un volo charter per l' isola di Kos (meta molto turistica) per poi prendere il traghetto al porto di Mastichari con destinazione Kalymnos (30 minuti di traversata). Nelle rimanenti stagioni dovrete affidarvi a voli di linea per Atene e poi con un volo interno raggiungere Kos ed in fine in traghetto Kalymnos. Per ultimo, ma non per importanza, un saluto particolare ai compagni di viaggio Dario, Enrico, Andrea, Paola, Alessandra, Chiara, Antonella, ai due amici romani Germana e Alessandro, a tutti quelli conosciuti sotto le pareti, ai 3 galli bastardi che ci svegliano ogni mattina alle 3 e alle 5, alle capre "guide" e alle capre "aspiranti guide" per le battute, le innumerevoli cazzate dette o solamente pensate per i sorrisi che hanno trasformato una vacanza in uno straordinario susseguirsi di emozioni.......alla prossima magari in 50 cm di neve polverosa.
Paolo