Scivolare.it

Scialpinismo in Svezia

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Noi per l’attrezzatura ci siamo appoggiati all’agenzia “Outdoor Lappland” (referente sig. Christian), che ci ha noleggiato 6 Pulke, 3 tende, 2 fornelli benzina. Ci ha consegnato tutto il materiale a Ritsem ed è venuto a prelevarlo a Saltoluokta 10 giorni dopo. Siamo partiti con 6 bombolette di gas e 25 litri di benzina convinti di dover sciogliere neve per far acqua, ma siamo stati fortunati e abbiamo trovato sempre dei tratti di acqua corrente in prossimità dei campi in tenda.

Il freddo non è stato estremo, solo una notte abbiamo avuto -16°C e il tempo è stato complessivamente buono. La zona ha decisamente più bel tempo rispetto alla vicina Norvegia dove, grazie al mare, fa più caldo ma le condizioni atmosferiche sono spesso peggiori.

I dati meteo di Ritsem si trovano sul sito
http://www.smhi.se/en/weather/sweden-weather/mountain-observations

Le previsioni per i primi giorni si trovano sul sito
http://www.yr.no/place/Sweden/Norrbotten/Sarek/long.html

Al rifugio Akkastugan c’è copertura telefonica, poi non più.

Il volo lo abbiamo effettuato con la SAS che ci ha permesso (pagando un po’ di più) un doppio bagaglio di 23 più 23 kg. Venezia – Copenhagen – Stoccolma – Lulea.

A Lulea abbiamo pernottato all’Sleep City Hostal due notti all’andata(visti gli orari dei voli e dei treni ci serviva un giorno per fare la spesa a Lulea dato che a Ritsem non c’è niente) e una al ritorno

I rifugi li abbiamo prenotati in anticipo sul sito del STF
https://www.swedishtouristassociation.com/

Rifugio Aakkastugan
https://www.svenskaturistforeningen.se/anlaggningar/stf-akka-fjallstuga/

Rifugio (via di mezzo tra albergo, rifugio e ostello) di Saltoluokta
http://www.swedishlapland.com/place-story/stf-saltoluokta-fjallstation/