Scivolare.it

Scialpinismo in Svezia

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

11/4 Volo SAS Venezia – Copenhaghen – Stoccolma – Lulea.
Arrivo in serata. Con il taxi in centro. Pernotto in Ostello

12/4 In mattinata acquisto viveri, poi con il bus visita al centro storico di Gammelstad. Pernotto in Ostello

13/4 Partenza con il treno delle 5. Dopo 3 ore arrivo a Gallivare e poi con il bus a Ritsem dove arriviamo alle 13.00. Ritirate le pulke e attraversato il lago Rijtsemjavrre (12 km) sino al rifugio Akkastugarn. Pernotto in rifugio

14/4 Gita sul panettone quotato 1628m difronte il rifugio.
All’inizio si attraversa il lago e poi si inizia a salire attraverso un rado bosco di betulle, poi terreno ampio sino alla cima. In vetta freddo e cielo coperto. In discesa 1100m di polvere. Pernotto in rifugio 15/4 Altra gita di fronte al rifugio con 1300 di dislivello. All’andata superiamo il fiume su ponti di neve mentre al ritorno passeremo su un più sicuro ponte sospeso. Dopo aver risalito un bel vallone sino ad una sella ci dividiamo. Alcuni salgono a sinistra sulla più alta Dubbeltoppen 1830m, altri salgono a destra su una cima più tecnica. Ultimo pernotto in rifugio

16/4 Con le pulke percorriamo un sentiero segnato che costeggia tracce di motoslitte che si dirigono al rifugio Kutjaure situato sul sentiero Padjelanta. Poi giriamo a sinistra, passiamo vicino al bivacco Kisurisstugan, dove nel bosco facciamo una sosta per pranzare e poi proseguiamo verso ovest risalendo il fiume ghiacciato. Nei pressi di una pozza d’acqua sistemiamo il campo. Percorsi 24 km. Pernotto in tenda

17/4 Proseguiamo verso il cuore del massiccio sino ad un piccolo bivacco dotato di radio telefono di emergenza ai piedi del ghiacciaio Mihka. Pernotto in tenda. Percorsi 23 km

18/4 Salita scialpinistica allo Stortoppen 2089m.
Cima del massiccio del Sarek. Lunga 8 km con 1300metri di dislivello. Gran bella sciata svolta con il sole sul vasto ghiacciaio Mihka. Pernotto in tenda

19/4 Trasferimento verso il lago Bierkjavre. 12 km. Piazziamo il campo oltre il lago vicino all’acqua corrente e poi saliamo una cima sovrastante(anticima del Vuojnestjahkka) con 1000 metri di dislivello. Pernotto in tenda. Clima ventoso durante la salita e alla sera.

20/4 Splendida giornata di trasferimento verso nord. Anche questa zona (massiccio del Aphar ) offre monti ideali per lo scialpinismo Alla sera canyon in discesa e poi in basso, al limite del bosco, piazziamo il campo vicino a una casetta chiusa. Percorsi 21 km. Pernotto in tenda.

21/4 Ritorno al mondo civile. Dopo un paio di chilometri arriviamo al lago Pietsaure lungo(7 km) al termine del quale troviamo un pescatore solitario e traccia di motoslitta palinata che porta ad una discesa al termine della quale arriviamo al rifugio di Saltoluokta dotato di tutti i conforts. Cena e brindisi in rifugio e finalmente una notte su un buon letto. Percorsi 21 km

22/4 Attraversiamo l’ultimo lago compiendo un ampio giro causa una zona senza ghiaccio e in 7 km siamo all’arrivo. Incontro con Christian per restituire il materiale ; poi con il bus viaggio a Gallivare dove prendiamo il treno per Lulea.

23/4. Voli di rientro