Scivolare.it

Scialpinismo in Grecia

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Per raggiungere la Grecia con l’automobile conviene prendere il traghetto. Anche se gli orari non sono comodissimi la Minoan Lines collega Trieste con Igoumenitza (26 ore con scalo ad Ancona). In alternativa da Venezia partono i traghetti della Anek Lines. In inverno le tariffe sono basse sia sui traghetti che negli alberghetti del posto e anche se d’inverno tanti alberghi sono chiusi si riesce a trovare sempre una camera dove dormire (domatia) . A Micro Papigo bellissimo paesino sotto l’Astraka abbiamo dormito nell’unica alberghetto del paese. A Samaria , quasi disabitata d’inverno, sotto il Smolikas in piazza (plateia) era aperta un’accogliente taverna.
Sotto l’ Olimpo abbiamo fatto base ad Elassona al River Side gestito da Nikos entusiasta sci alpinista locale organizzatore della più importante gara sci alpinistica greca: la http://www.olympusskimountaineering.com/ Gara tosta con 4 salite per un totale di 2500m, quest’anno alla seconda edizione, che merita sicuramente di avere successo in futuro. Per salire sull’Olimpo bisogna attraversare una base militare dell’esercito greco e chiedere il permesso, ma questo si riduce a mostrare i documenti e a registrarsi alla sbarra d’ingresso.
Per le previsioni meteo esiste un sito http://www.hnms.gr/hnms/english/index_html

Da tener presente che al di fuori dell’autostrada Egnatia Odos che collega Igoumentiza con Salonicco le strade di montagna dell’Epiro sono molto tortuose e non ben tenute e quindi si viaggia molto lentamente. Visitando la Grecia settentrionale è d’obbligo fare una visita turistica alle rinomate Meteore, (meteora significa “sospeso in aria”) famosa località nei pressi della cittadina di Kalambara. Le Meteore si caratterizzano per la presenza di numerose torri naturali di roccia sulla sommità delle quali sono stati edificati dei monasteri. Attualmente ne sono visitabili solo sei degli originari 24 ma lo spettacolo è assicurato.
Vicino a Ioannina da visitare la regione di Zagohoria piena di bellissimi villaggi e di spettacolari ponti in pietra

Partire con la nave in direzione sud per andare a sciare ci sembrava un po’ insolito ma quello che abbiamo trovato a marzo inoltrato è stato freddo e neve con paesaggio tipicamente invernale, frequentato da sciatori locali non meno appassionati dei nostri.
L’incontro poi con sci-alpinisti greci che partivano per la Francia per partecipare alla famosa gara Pierra Menta ci ha fatto ricordare che la globalizzazione vale anche per il settore sci-alpinistico.