Scivolare.it

Scialpinismo in Libano

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Quest’anno niente “grande Nord”. La settimana bianca la programmiamo a sud. Destinazione Libano. Era da tempo che desideravamo visitare il paese dei cedri ma, prima la guerra civile, poi le varie turbolenze che ne sono seguite e la reputazione negativa che il piccolo paese mediorientale ha, non ci invogliavano a partire. Ora che nessuno ne parla la situazione è tranquilla, e rientrati dopo una stupenda settimana, possiamo affermare che il Libano è una destinazione da consigliare nonostante le perplessità che avevamo anche noi prima della partenza..

Nonostante la buona tradizione sciistica del Libano (le prime seggiovie sono state costruite negli anni 50 e Faraya – Mzaar è un’ottima e frequentata stazione sciistica una quindicina di impianti di risalita a un’ora di macchina da Beirut) e i monti che si prestano ottimamente allo scialpinismo, pochissimi sono gli sci alpinisti italiani che hanno effettuato gite in zona: Giorgio Daidola e compagni hanno effettuato la traversata della catena del Libano nel 95, un gruppo del CAI Torino nel 2000 e Franco Gionco nel suo peregrinare sulle nevi del Mediterraneo.

Ora in internet si trova di tutto e di più e non è un problema organizzarsi la vacanza da soli come abbiamo fatto noi.