Scivolare.it

Norvegia: Scialpinismo alle isole Lofoten

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

IL TEAM
Il Club Avalco riunisce per questa avventura 9 elementi tutti ottimi sciatori, alcuni con precedenti esperienze artiche: Filippo dello staff Avalco, poi Alessandra, Loretta, Roberto doc, Roberto B, Luisa, Paolo “TeleMax”, Giorgio, Lodovico.

INFORMAZIONI PRATICHE SUL VIAGGIO

LOGISTICA
Alle Lofoten si arriva direttamente in aereo alle due città principali (Svolvaer e Leknes), da Bodo, con la compagnia Wideroe del gruppo SAS. Tuttavia gli aerei per queste brevi tratte sono piccoli, quindi occorre prenotarsi con largo anticipo, inoltre le tariffe sono elevate. In alternativa, si può volare a Harstad/Narvik (aeroporto di Evenes - voli giornalieri da Oslo) e da qui in auto a Svolvaer (180 km / circa 3 ore); oppure con voli a Bodo (sempre giornalieri da Oslo) e quindi con uno dei ferries Bodo-Moskenes o Skutvik – Svolvaer o Bognes – Lodingen. Per i ferries, gestiti dalla società Torghatten Nord, assicurarsi della loro effettiva disponibilità in caso di mare mosso. All’aeroporto di arrivo conviene noleggiare un auto, il solo mezzo pratico per muoversi in autonomia. E’ raccomandabile prenotare tutti i servizi con largo anticipo, oppure affidarsi ad un’agenzia specializzata (Avalco Travel realizza programmi personalizzati per gruppi).

Organizzazione e voli.
Nel nostro caso Avalco Travel si è occupata di tutto dall’Italia (progettazione degli itinerari, voli, noleggio auto, ferry, alloggi). Per la limitata disponibilità di voli su Evenes, abbiamo volato su Bodo. Da qui in auto verso nord a Skutvik (circa 3 ore) dove abbiamo preso il ferry per Svolvaer (1 ora di navigazione).

Acquisti sul posto.
Si trova tutto a Svolaver (supermercati); i prezzi sono alti come in tutta la Norvegia.

Il clima
Il periodo migliore per lo scialpinismo va da marzo ad aprile. Le temperature nel periodo variano tra una minima notturna di -8°C/-2°C ad una massima diurna di +3°C/+6°C, al livello del mare. In quota le temperature possono essere sensibilmente più basse ed occorre tenere conto del vento, sempre presente visto che siamo su un’isola. La durata del giorno è mediamente di 11 ore in marzo e 15 ore in aprile. Le aurore boreali (vedi paragrafo dedicato in fondo al documento) sono visibili, con cielo sereno, nelle notti da dicembre a marzo. L’ innevamento non è mai abbondante. In marzo c’è naturalmente maggiore possibilità di trovare neve polverosa già a quota mare; in aprile si troverà neve spesso trasformata e, nelle stagioni di scarso innevamento, la quota neve sarà un po’ più alta. Attenzione nei periodi di scarso innevamento e vento, poiché i pendii possono essere a tratti ghiacciati. Anche per gite facili sono indispensabili i rampanti, e per le vette spesso servono anche i ramponi e la piccozza. Per le previsioni meteo del posto, suggeriamo di consultare il sito www.yr.no (anche in inglese). Attenzione anche alle maree in prossimità della costa, dato che l’escursione può superare i 2 metri
(informazioni aggiornate su www.met.no).

Moneta.
La valuta nazionale è la corona norvegese (in marzo 2012: 1€ = 7,4 NoK). La carta di credito è molto diffusa e con essa si possono pagare anche piccoli acquisti.

Strade.
L’unica strada importante è la E10 che percorre prevalentemente la costa, sempre in buone condizioni anche dopo una nevicata. Le strade minori sono quasi sempre innevate ma percorribili con le gomme invernali.

Noleggi auto
Alle Lofoten è presente un servizio Avis ed uno Hertz, ma la disponibilità di auto nel periodo invernale è scarsa. Occorre prenotare con grande anticipo, oppure noleggiare presso gli aeroporti di Bodo o Evenes. Assicurarsi che le auto vengano consegnate con gomme invernali chiodate (indispensabili).

Alloggi
Alle Lofoten si alloggia nelle caratteristiche rorbur, ex case di pescatori convertite in appartamenti per turisti (alcune però sono nuove), complete di cucina. Tra le varie località suggeriamo Svolvaer o Kabelvag, entrambe situate in posizione centrale per le gite. Gli hotel sono costosi.

Comunicazioni
Sulle montagne ed in vaste aree interne non c’è copertura GSM cellulare, garantita solo lungo la costa.

Sicurezza.
Se c’è copertura telefonica, in tutto il paese il numero per le emergenze è il 112, tuttavia non esistono squadre di soccorso alpino organizzato, né l’elicottero. Esiste un ospedale ben attrezzato a Leknes ed un presidio medico nei centri maggiori.

Formalità
Per la Norvegia è sufficiente la carta d’identità.

Cartografia e Guide o Manuali
Per una visione d’insieme è utile la carta 1:400,000 Nordland Og sor – Troms (ed. Cappelens). Per un orientamento generale, la carta 1:100,000 Lofoten ed. Turkart, e per le gite le due carte 1:50,000 ed. Turkart: Vagan e Vest-Lofoten. Per una consultazione più dettagliata, sono utili le carte topografiche 1:25,000 ed. Turkart. Queste carte offrono un buon dettaglio come curve di livello, tuttavia le quote delle vette possono essere imprecise e non sono rappresentate graficamente le rocce. Tutte queste carte si trovano sul posto presso gli uffici turistici. La declinazione magnetica nella zona è di 4°32’ verso est (marzo 2012) + 11.8’/anno.
Come guida, consigliamo il volume “Lofoten: ski & kayak” di F.Pasini (in italiano) dove sono descritti i percorsi classici principali.

Per informazioni generali sulle Lofoten: www.lofoten.info; www.lofoten.it (in italiano); o il sito del turismo norvegese www.visitnorway.com.

http://www.avalcotravel.com/