Scivolare.it

Norvegia: Scialpinismo alle isole Lofoten

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Itinerari effettuati nella valle di Olderfjorden sud

Varden 700 m
Da Kabelvag seguire la E10 in direzione di e, circa 2 km prima del ponte verso l’isola Gimsoya, prendere a destra la strada che percorre il lato sud dell’ Olderfjorden. Dopo meno di 2 km la strada finisce. Dal termine della strada, percorrere circa 1,5 km in piano in direzione est, poi salire i pendi a destra di una forra (alcuni passaggi ripidi e disagevoli nella boschina) fino a portarsi a quota 250 m. Iniziare a deviare verso destra (sud-est) e puntare alla sella a destra del Varden. Raggiungere la vetta per la breve cresta sud. Valutazione: BS.

Altri itinerari nella valle di Olderfjorden sud

Stortinden 731 m – Smatindan 662 m
Queste cime, come il Varden fattibili anche dal versante est (Kabelvag), sono facilmente raggiungibili anche dalla valle di Olderfjorden. Per lo Stortinden, da quota 600 m dell’itinerario al Varden (vedi sopra), deviare decisamente a sud e raggiungere la vetta per la spalla nord-est. Per lo Smatindan, da quota 250 m dell’itinerario al Varden, continuare a lato dell’impluvio del Finnmarkdalen (direzione nord-est). Puntare direttamente alla vetta per il suo pendio ovest, oppure girare sul versante est ed arrivare in vetta da sud. Tutte queste cime si prestano a concatenamenti ed attraversate sui due versanti di Olderfjorden e Kabelvag.

Itinerari effettuati sull’isola di Austvagoya nord

Rundfjellet 803 m, da nord
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione Fiskebol. Sull’ Austensfjord, poco prima del paese di Vestpollen, prendere a sinistra la strada per Laukvik. Superare la centrale elettrica, percorrere 3,5 km circa e parcheggiare lungo la strada nei pressi della località Storvassbotnen. Attravesare un laghetto (o palude) in direzione sud ed imboccare il vallone Kudalen, per un pendio boscoso inizialmente ripido. Superato questo, il vallone si apre ed i pendi diventano ampi e dolci. Sempre con direzione sud, pervenire sulla cresta che porta sul versante est, ad una quota di 600 m circa. Portarsi sul versante est e, con un percorso ascendente verso destra, raggiungere la vetta per la cresta sud (ramponi utili). Valutazione: MSA.
Sautinden 596 m
Questa cima, facilmente raggiungibile da Laupstad (vedi itinerari dall’ Austnesfjord), si può salire anche dal alto est, per un ampio vallone, a partire da una fattoria poco prima del paese di Higrav (venendo da Svolvaer in direzione di Fiskebol). Valutazione: MS.

Altri itinerari sull’isola di Austvagoya nord

Tra Fiskebol e Laukvik sono possibili diversi itinerari di media difficoltà.
Stauren 778 m – Pilan 740 m
Queste vette, già descritte negli itinerari da Laupstad (versante sud-est), possono essere salite anche da nord, partendo dal paesino di Morfjorden nel fiordo omonimo. Si risalgono i pendii boschivi sulla sinistra (destra orografica) del Sorelva, per raggiungere l’ampia sella a quota 360 m, e quindi i percorsi già descritti.

Stauren 778 m, da nord-ovest
Superato Morfjorden, venendo da Fiskebol, dopo circa 2 km si lascia l’auto presso una piccola area di sosta. Si sale il bosco per il valloncello Sommarhusdalen (direzione sud-ovest) per raggiungere un laghetto a quota 70 m. Seguire il pendio che si alza sulla sinistra (direzione nord), con pendenze che raggiungono progressivamente i 45° (ramponi utili), per uscire su una spalla e continuare su pendii più facili alla sella a sinistra (est) della vetta. Da qui si continua a piedi per rocce e neve.

Fjordmannen 810 m
La parte iniziale dell ‘itinerario è come per lo Stauren, fino al laghetto a quota 70 m. Da qui, salire verso nord-ovest al laghetto soprastante, quota 178 m. Risalire i ripidi pendii nella stessa direzione e pervenire ad una conca a quota 500 m. Raggiungere la vetta per i ripidi pendii sul lato nord-est (utili ramponi e piccozza).

Matmora 788 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione Fiskebol. Sull’ Austensfjord, poco prima del paese di Vestpollen, prendere a sinistra la strada per Laukvik. Arrivati al mare sulla costa nord, seguire il Vatnfjorden in direzione di Laukvik. Individuato il vallone di Rangeldalen sulla destra (est), prendere una deviazione della strada dove si può parcheggiare. Superare un ripido pendio boschivo e raggiungere un pianoro a quota 200 m. Continuare in direzione est in leggera salita, superando il laghetto Rangeldalsvatnet (sulla destra). Dai 300 m di quota, risalire descrivendo un ampio semicerchio verso sinistra (nord poi nord-ovest) , e risalire in diagonale i pendii esposti ad sud-est del Matmora fino alla vetta che si raggiunge sci ai piedi.

Itinerari nell’ isola di Gimsoya

Nordehia 599 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Dopo il ponte che dà accesso all’isola di Gimsoya, continuare a sinistra sulla E10, poi al primo bivio prendere a destra in direzione di Saupstad e Hov. Dal bivio, dopo circa 1,5 km deviare a destra per la località Jenndalen (la stradina potrebbe essere subito bloccata per neve). Seguire la stradina per 1 km circa, poi risalire i pendii a sinistra (direzione nord) fino al laghetto Trolldalstjorna 325 m. D qui direttamente alla vetta, sci ai piedi, deviando un po’ sul versante ovest.

Sundklakktinden 620 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Dopo il ponte che dà accesso all’isola di Gimsoya, continuare a sinistra sulla E10, per circa 2 km. Parcheggiare l’auto in un’area di sosta. Risalire il vallone Jorndalen, esposto a sud, e raggiungere la cresta sommitale superando un ripido dosso dal lato destro (est).

Itinerari nell’ isola di Vestvagoya

Hatinden 649 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Superare il ponte che dà accesso all’isola di Gimsoya e quello successivo di Vestvagoya. Continuare sulla E10 verso Leknes e parcheggiare al termine delle case di Lyngedal (circa 7 km dal ponte). Calzati gli sci, seguire la sponda est del lago Lyngedalsvatnet e, prima del suo termine, iniziare a salire i ripidi pendii a sinistra (est) fino a quota 350 m circa. Lasciare sulla destra un colle e puntare alla vetta che si raggiunge sci ai piedi per la spalla sud. Haveren 808 m Come per l’itinerario precedente, ma proseguendo sulla E10 e, dopo il lago Steirapollen, deviare a destra fino al paese di Bo. Dal paese salire al laghetto Bovatnet (quota 37 m) ed affrontare i ripidissimi pendii nord della montagna. Dai 400 m attraversare in piano il fianco ovest e puntare alla vetta per la ripida spalla nord-ovest. Difficoltà alpinistiche variabili secondo le condizioni.

Justadtinden 738 m
Da Leknes seguire la strada (direzione est) per Stamsund. Superato Fygle, percorrere ancora 3 km fino ad un’area di sosta (località Hagskardet). Risalire con le pelli di foca i dolci pendii in direzione nord-est fino a portarsi ad un colle alla base della cresta ovest della montagna (quota 400 m circa). Da qui in vetta seguendo la cresta.

Itinerari nell’ isola di Flakstadoya

Sautinden 794 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Passare sull’isola Flakstadoya (ponte). Da Napp proseguire per circa 9 km, poi deviare a sinistra verso Nusfjord. Parcheggiare all’inizio del lago Storvatnet. Sci ai piedi, percorrere in piano 1 km in direzione ovest, poi alzarsi nella stessa direzione sui pendii antistanti, cercando le pendenze più favorevoli, fino a quota 650 m. Poco sopra, evitare un sistema di rocce e piegare a destra per raggiungere la cima (ramponi e piccozza in caso di ghiaccio). Il Sautinden è fattibile anche da ovest (Skjelfjorden), su pendii ripidi. Può essere interessante la traversata est-ovest.

Tonsasheia 769 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Passare sull’isola Flakstadoya (ponte). Da Napp proseguire per circa 9 km, poi deviare a sinistra fino al piacevole paese di Nusfjord. Se possibile, continuare ancora per 300 metri verso sud e quindi parcheggiare l’auto. Dalla costa risalire progressivamente in direzione ovest sotto le rocce del Mosestinden. Con un ampio giro da sinistra verso destra, raggiungere la vetta sci ai piedi per il versante sud-est.

Moltinden 696 m
Da Svolvaer seguire la E10 in direzione sud. Passare sull’isola Flakstadoya (ponte). Proseguire per la E10 e, superato Flakstad, arrivare a Ramberg (possibile parcheggio nei pressi del camping). Si parte dal paese per risalire un corto ma ripido canalino (40°), individuabile dal basso, che consente di portarsi sui più agevoli pendii ovest della montagna, poi senza difficoltà fino alla vetta.

Itinerari nell’ isola di Moskenesoya

Navaren 697 m
Da Reine occorre portarsi al laghetto quotato 67 m alla base del pendio sud-est del Navaren. Puntare direttamente all’evidente canale, incassato tra le rocce a sinistra, progressivamente più ripido (45°) e stretto fino a soli 5 metri. Utili ramponi e piccozza. La salita alla vetta presenta difficoltà di tipo alpinistico. Vista spettacolare su Reine ed il mare.

Hermanndalstinden 1029 m
Bella gita complessa e con lunghissimo approccio dal paese di Sorvagen vicino a Moskenes. Dal paese, sci ai piedi, seguire una pista che costeggia sul lato nord il laghetto di Storvagnet, poi deviare a destra (nord), costeggiare il lago Stuvdalsvatnet, seguire una valle per circa 1 km, salire il facile pendio del Djupfjordheai, e scendere ad una radura sottostante sul lato nord (località Lamheia). Deviare a sinistra (ovest) passando tra i laghi Fjerddalsvatnet eTennesvatnet, poi a destra (nord) tra quest’ultimo ed il lago Krokvatnet che si costeggia fino al lato nord, finalmente alla base dell’ Hermanndalstinden (circa 7 km dalla partenza). Salire verso ovest ad una spalla quotata 650 m, e da qui risalire il versante sud-est della montagna, a tratti ripido, fino in vetta (ramponi utili in caso di neve gelata). Discesa per l’itinerario di salita.

Olkontinden 735 – Solbjorn 672 m – Bukkskinntinden 768 m
Da Reine proseguire lungo la E10 in direzione nord. Dall’abitato di Hamnoya, dopo circa 3 km lasciare l’auto presso un’area si sosta sulla strada. Calzati gli sci, passare sulla sinistra un laghetto e risalire il ripido vallone orientato a sud. A circa 500 m di quota, deviare a sinistra (ovest) per la vetta dell’ Olkontinden, a destra per il Solbjorn, oppure proseguire al centro del vallone per la vetta del Bukkskinntinden (arrampicata negli ultimi 30 metri).

Lilandstinden 700 m
Da Reine proseguire lungo la E10 in direzione nord. Dall’abitato di Hamnoya, dopo circa 2 km lasciare l’auto presso un’area si sosta sulla strada. La salita è molto diretta e si sviluppa interamente su versante sud della montagna. Ramponi e piccozza utili per la vetta.

Ryten 543 m
Da Reine proseguire lungo la E10 in direzione nord. Sul Selfjorden, lasciare la strada principale e deviare a sinistra per Fredvang (ponte). Continuare lungo la costa del Torsfjorden fino all’abitato di Bergland. Dalle case risalire i pendii in direzione nord fino ad una conca a quota 110 m (laghetto). Da qui puntare direttamente al versante sud-est del Ryten che si segue sci ai piedi fino in vetta.

Litljordtinden sud 678 m
Approccio in auto come il Ryten. Arrivati a Bergland, continuare fino al termine della strada in località Selfjord. Risalire il vallone del Stormarkdalen (esposto a sud) fino ad un evidente colle a quota 600 m. Da qui a piedi in vetta, lungo la cresta ovest, con difficoltà variabili secondo le condizioni.

http://www.avalcotravel.com/