Scivolare.it

Scialpinismo in Islanda

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Giovedì 11/3/2010
Volo Venezia –Vienna - Copenhagen. Visita serale della città. Pernotto all’ostello

Venerdì 12/3/2010 Mattinata di visita a Copenhagen. Volo Copenhagen – Reykjavik. Ritiro della jeep (SUV della Ford) e trasferimento a Skogar. Pernotto a Skogar

Sabato 13/3/2010
La meta della giornata era l’ Ejafjalljokul (che pochi giorni dopo avrebbe iniziato ad eruttare) ma, mancando neve in basso, abbiamo ripiegato sul vicino Myrdalsjokull.
Saliti con l’automobile fino al rifugio e poi fatto gita di 670m di dislivello sulla calotta glaciale del Myrdalsjokull (1450m)
Nel pomeriggio visita ai faraglioni di Dyrholey e alla cascata Skogafoss.
Pernotto a Skogar

Domenica 14/3/2010
Proseguito lungo la strada n°1 verso est. Siamo passati per Skattafel sotto la cima dell’ Hvannadalshnjukurn. Anche qui niente neve in basso. Visita alla laguna Jokularlon.
Saliti, abbandonando la 1 a Smyrlabjargaarstod, per la pista F985 sino al rifugio Joklasel.
Da qua gita di 600m di dislivello sul ghiacciaio Skalalellsjokull (che è un ramo del Vatnajokull – il più vasto ghiacciaio d’Europa)
Pernotto all’ostello di Hofn

Lunedì 15/3/2010
Proseguito lungo la costa lungo i fiordi orientali prima lungo la 1 e poi per la 96 sino a Eskifjordur. Gita di 800m di dislivello ad una sella sopra il paese nelle vicinanze del passo Oddsskard.
Pernotto all’ostello di Reidarfjordur

Martedì 16/3/2010
Gita sul Skagafell (987m) partendo dal passo sulla strada 92 tra Reidarfjordur e Egilstadir.
Nel pomeriggio visita al fiordo di Seydisfjordur e trasferimento, sotto una nevicata, sino ad Akureyri.
Nel viaggio sosta alle zone geotermiche di Myvatn.
Pernotto ad Akureyri.

Mercoledì 17/3/2010
Maltempo. Shopping nel mattino e piscina al pomeriggio. Pernotto ad Akureyri

Giovedì 18/3/2010
Salita al Kaldbakur (1167m) partendo da Grenevik. Spettacolare la vista sopra il fiordo di Akureyri. La miglior gita del viaggio.
Trasferimento a Olafsfjordur.
Pernotto nei bungalow dell’albergo di Olafsfiordur.

Venerdì 19/3/2010
Tentato di raggiungere Siglufjordur ma la strada 82 è intransitabile per neve. Provato a fare una gita verso i monti sopra il paese di Olasfiordur terminata dopo 500m di salita causa nebbia e maltempo. Nel pomeriggio inizio trasferimento verso Reykjavik.
Pernotto in una fattoria poco oltre Varmahlid.

Sabato 20/3/2010 Rientro a Reykjavik e visita del centro. Pernotto all’ostello

Domenica 21/3/2010
Aeroporto chiuso causa eruzione dell’Eyafjalljokull. Aspettiamo ore prima di ripartire e arrivando in ritardo a Copenhagen perdiamo il volo per Vienna – Venezia.
Per fortuna troviamo posto su un Copenhagen – Lubiana.
Rientro a Trieste in nottata.