Scivolare.it

Scialpinismo in Islanda

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Dopo aver sciato in questi ultimi inverni in Finlandia, Svezia e Norvegia, quest’anno abbiamo visitato l’Islanda (che peraltro avevamo già visitato in bici 3 estati fa). Il nostro viaggio ci ha portato ad effettuare in macchina il periplo dell’isola facendo quasi ogni giorno una gita scialpinistica.

Quei pochissimi sci alpinisti che visitano l’Islanda si pongono come obbiettivo la salita delle 3 cime più classiche: Hvannadalshnjukurn 2119m nel massiccio del Vatnajokull che è la cima più alta dell’isola, l’Eyjafiallajokull 1666m relativamente vicino a Reykjavik e di facile accesso, e lo Snafelljokull 1446 caratteristico cono vulcanico in cima alla penisola di Snaefell.

Questi 3 monti hanno però la caratteristica di trovarsi nella zona sud e ovest dell’isola che è molto più piovosa e soggetta a maltempo rispetto la zona nord (vicino ad Akureyri) e alla zona dei fiordi orientali. Conviene quindi non avere mete precise ma guardare le previsioni meteo sul sito verdur.is ed agire di conseguenza.

La zona che offre più possibilità sci alpinistiche è la penisola di Trollaskagi nei dintorni dell’Eyjafjordur (il fiordo di Akureyri). Qui l’ambiente ricorda molto la Norvegia.

Testi e foto: Matteo Moro, Anna Bartolini