Scivolare.it

Il padre dei monti di ghiaccio 7546 metri

Pubblicato il: Non Disponibile Commenti non abilitati

Organizzazione per il campo base e permesso di scalata
A Kashgar esistono diverse compagnie che organizzano escursioni nella zona e spedizioni al Muztaghata. Le più note sono la China XinjiangMountaneering Association (CXMA) guidata dal viscido Mr Kong BaoCun e dal suo pericoloso socio Mr John e la Kashgar Mountaineering Association. I prezzi e i servizi offerti sono simili anche a quelli delle compagnie che operano dal Pakistan e dal Kirghistan. Il permesso di scalata costerebbe 1080 dollari per gruppo di 10 persone ma nessuno vende il permesso senza un pacchetto di servizi che comprende il trasporto fino al campo base (in macchina fino al lago karakul e poi i cammelli per i bagagli), 3 notti in albergo, il cibo e il cuoco al campo base, la tenda al campo base e svariate tasse non ben chiare. Il tutto viene a costare tra i 1300 e i 1500 euro e va prenotato per tempo via internet. In alternativa ci può rivolgere a compagnie italiane specializzate come il Nodo Infinito di Modena e Focus viaggi, che organizzano tutto direttamente dall'Italia. Le varie compagnie locali vendono cartucce butano-propano per i fornelli, e affittano tende e un po' di attrezzatura alpinistica di base. Per il visto sconsiglio di rivolgersi all'associazione Italia-Cina di Roma in quanto sono assolutamente inaffidabili ed arroganti. Meglio utilizzare uno dei servizi on-line di visti.

Raggiungimento campo base
L'incantevole lago Karakul, che si trova proprio sotto la montagna può essere raggiunto in circa 5 ore tutte su strada "asfaltata" attraverso paesaggi mozzafiato. Sconsiglio di pernottare al Resort sul lago che dispone di yurte (le tipiche tende in feltro dei nomadi) in cemento armato. E' un posto finto per turisti. In alternativa consiglio di fermarsi nel villaggio di Subashi che sta sul lato sud del lago, dove è possibile pernottare e mangiare in splendide case tipiche per circa 3 euro al giorno. E' un ottimo posto dove fare un buon acclimatamento (è a 3600 metri) magari facendo qualche giro a cavallo. Il parcheggio dei cammelli da cui si parte al campo base si trova al km 204 della strada per il passo Kunjerab (circa 15 km dopo il lago venendo da Kashgar). Da li in circa tre ore a piedi si raggiungono i due campi base

Campo base
Esistono due opzioni: il villaggio nomade di Chaltmak (o Quiltmak) che si trova su uno splendido alpeggio a 4000 metri, o il campo base cinese alla base della morena a 4400 metri. Il novanta per cento delle spedizioni predilige il campo cinese in quanto permette di cominciare subito la salita. Da Chaltmak al campo cinese sono necessari circa 40 minuti a piedi. Il campo cinese però è molto più freddo e il terreno è sassoso. Io mi sono trovato molto bene al villaggio che è popolato da gente veramente stupenda. Il campo cinese è meglio organizzato ed è anche possibile fare la doccia e giocare a biliardo! I campi sono sicuri e difficilmente si sono verificati furti dalle tende. Un problema possono essere gli asini e gli yak che sono molto rumorosi di notte e possono mangiare parte delle tende! Ogni spedizione ha un suo cuoco, generalmente molto bravo e vengono forniti tre pasti molto abbondanti al giorno. E' possibile anche comperare birra a 1 euro la bottiglia! Al campo 1 è possibile prendere dei portatori. Fino al campo 1 arrivano anche i muli. Il prezzo "ufficiale" è di 3 dollari al chilo, solo che un terzo di questi soldi va agli strozzini cinesi che gestiscono il campo. Ci si può accordare direttamente con i portatori che portano su il materiale di notte evitando di pagare l'odioso balzello. Dal campo 1 al campo 2 mi sembra che chiedano 10 dollari al chilo e dal campo 2 al 3 15 dollari.