Scivolare.it

Gestione di un incidente e attivazione del soccorso alpino

Pubblicato il: Non disponibilie Commenti non abilitati

I dati da fornire alla centrale operativa 118 a seguito della chiamata sono:

  • chi dà l'allarme, ovvero le generalità di chi chiama, il numero di telefono da cui si chiama e che è possibile richiamare da parte del soccorso. (non tutte le centrali operative possono visualizzare il numero chiamante e non è detto che questo sia poi ricontattabile)
  • luogo dove è successo l’incidente e tipo di sito, ovvero comunicate dove si trova l’infortunato con la massima precisione che potete, evitando qualsiasi ambiguità. Fornite anche indicazioni sul tipo di posto in cui vi trovate, un prato, una cresta, in parete, in cascata, ecc, tenendo conto che il pilota dovrà riconoscere il posto dalle vostre descrizioni ma provenendo dall’alto. Se possedete un altimetro tarato o in qualche modo conoscete la vostra quota, comunicatela all’operatore. Nel caso di un intervento a piedi da parte del soccorso fornite anche il tempo impiegato a piedi dall’automezzo al luogo dell’evento.
  • quanti sono i feriti (o gli ammalati)
  • che cosa è successo, ovvero la dinamica dell’incidente e il tipo di trauma o malore
  • quando è successo
  • condizioni generali dei feriti o degli ammalati (specificando in particolare: stato di coscienza, presenza di polso e respiro spontaneo) : l’operatore sanitario in molti casi vi sottopone ad alcune domande specifiche per farsi un idea più precisa del problema. Informate l’operatore anche sull’esatta posizione del ferito (se seduto,supino, appeso, semi sepolto dalla neve….)
  • condizioni meteo
  • In caso d’intervento dell'elicottero fornite informazioni circa le condizioni di visibilità, il vento (intensità e direzione), eventuali ostacoli al volo (teleferiche, linee elettriche) e all’atterraggio (bosco fitto)
  • Chiudete la comunicazione solo dopo l’OK della centrale operativa e lasciate libero il recapito telefonico fornito. Tenete presente che gli elicotteri non si alzano in volo di notte, in Italia ciò è anche espressamente vietato dalla legge (a meno dei velivoli militari), quindi se effettuate una chiamata molto tardi la sera, aspettatevi tempi più lunghi per l’intervento in quanto partono le squadre a piedi. Se dovesse risultare impossibile l’immediato allertamento del soccorso alpino e non si potesse nemmeno sganciare una o più persone dal gruppo per effettuare la chiamata, sarà necessario attuare tutte le manovre di autosoccorso del caso. La trattazione di queste manovre, che dovrebbero essere bagaglio comune di ogni alpinista, esula dagli scopi della presente dispensa.