Scivolare.it

SELLA - VAL DE MESDÌ

Inserita il: 17/05/2009 Nessun commento
Immagine dimostrativa che non riguarda l'itinerario

Le condizioni meteo dicevano tempo bello con probabilità di precipitazioni molto bassa e così è stato. Lasciato un veicolo a Colfosco nella giornata predente, domenica ad ora presta ci siamo recati a Passo Pordoi attrezzati anche di picche oltre che di caschetto protettivo che non guasta mai.

Al passo l’innevamento consente di partire con gli sci ai piedi ma da poco più sopra, quando la pendenza si fa un po’ più “viva”, sono stati utilizzati i rampant e da metà salita in poi alcuni del gruppo hanno proceduto con sci in spalla e ramponi per traccia battuta; scelta forse non necessaria quella di procedere con ramponi ma che ha comunque soddisfatto gli utilizzatori. Dalla forcella in poi per traversi soleggiati, prima con buon firn, e poi per modesti saliscendi, in ombra su neve dura, al rifugio Bamebergherhutte evitando però di passare in traverso sotto le pendici ovest del Boè (neve piuttosto dura). Poco dopo le 9.30 ha avuto inizio la discesa della Mesdì.

Il tratto iniziale del canale con pendenza attorno ai 35°, è risultato facilmente scendibile grazie all’ormai buon assestamento della neve comunque variabile a seconda dell’esposizione; dal molle(parti al sole) al duro(parti in ombra). Lungo tratto intermedio della Mesdì sciato sulle parti in ombra quindi terzo ed ultimo tratto(strettoia prima di Colfosco pendenza sui 35°) su neve molle con pietruzze che però non hanno dato particolari problemi.

Il tratto finale, è risultato ancora ben innevato tanto da non riservare spiacevoli sorprese (si scia quasi obbligatoriamente sopra il letto del torrente). La neve si esaurisce nei pressi dell’incrocio tra la carrareccia con segnavie 645 ed il sentiero 651 ma si è già sui prati a 10 minuti da Colfosco. Piz Boè meta di scialpinisti saliti sia dalla Mesdì sia dal Pordoi. Nel complesso gita resa molto piacevole per l’ambiente, il clima e la compagnia di: Roberto, Sandra, Fox, Michele, Andrea, Paola, Sindaco(Pierpaolo), Sara e Biagio. Ps.non nego di aver trascinato la sera prima i malcapitati a far quattro passi sin al centro valanghe di Arabba!


Foto

Commenti a questo itinerario:

Lascia un commento