Scivolare.it

ALPI GIULIE - TRE GIORNI AL BIVAK III

Inserita il: 02/01/2018 Ci sono 4 commenti
Immagine dimostrativa che non riguarda l'itinerario

Dal 30/12 al 2/1 al Bivak II (1350m). Si parte da Gozd Martuljek (raggiungibile in bus da Jesenice, da Lubiana, o dal valico di Ratece). L'accesso ha, nella parte alta, dei punti un po' ripidi ed esposti, soprattutto data la grande quantità di neve.

Gite effettuate questa volta: il 31 la conca che sulla mappa chiamano "Amphiteater". Una gita che si conclude sotto una parete, quindi non una vera meta. L'1 salita verso la forcella delle Ponze, ma data la scarsa visibilità mi fermo all'uscita del primo canale. Sono 500 metri di curve in polvere sui 40°, quindi insomma neanche male. Il 2 penso di puntare al Dovski Križ, o per lo meno al bel canale della Jugova Grapa, ma devo rinunciare per evidente pericolo di valanghe (ciò xe tuto una lastra!). Riesco comunque, con una risalita, a sciare 800 metri su ottima polvere, staccando più di una valanga.

Insomma scialpinisticamente sarebbe potuto andare meglio, ma ho fatto delle belle curve, la neve non manca, ed il bivacco è comodo, quindi, dai, neanche male.


Foto

Commenti a questo itinerario:

  1. tomaso dice:

    Complimenti, bellissima avventura, grazie per averla condivisa. E' stato difficle arrivare al Bivac III? Immagino che con tutta questa neve il tratto finale attrezzato sia molto impegnativo, bravo!

  2. Ivano stenta dice:

    Ciao, grazie. Purtroppo le gite non sono state il massimo (e già così ho rischiato, anche perché ero da solo). Sì, il tratto finale sotto alla conca Za Akom è un po' delicato, ma insomma con piccozza e pazienza (e magari i ramponi, proprio volendo) ce la si fa.

  3. Mario Di Gallo dice:

    Pericolo 3, da solo, valanghe provocate: ma è davvero così consigliabile?!

  4. Ivano stenta dice:

    Eh, non lo so. A me è piaciuto anche se è stato un po' delicato. Il bollettino in realtà dava pericolo due per il 2/1, ma si capiva facilmente che così non era. E "consigliabile" è un giudizio che lascia il tempo che trova -- letteralmente, dato che le condizioni cambiano di giorno in giorno.

Lascia un commento