Scivolare.it

ALPI GIULIE - MANGART - MANGART BICI + SNOW

Inserita il: 13/05/2013 Nessun commento
Immagine dimostrativa che non riguarda l'itinerario

Partito per le 5:30 da Tarvisio, un'oretta scarsa di bici tavola in spalla fino ai laghi di Fusine, e poi ancora qualche minuto per la sterrata, ché di neve in basso neanche l'ombra. Il sentiero è facile, e ad avere una MTB e/o più energia si poteva andare avanti fino all'inizio della neve, o quasi.
Comunque, mollata la bici poco oltre la fine della strada, mezz'oretta nel bosco a piedi e arrivo alla base del canale della lavina. Salgo per quello di sx (est) giusto per vederlo, perché non lo avevo mai fatto tutto. Due orette e sono in forcella - somma delusione a scoprire che dalla parte slovena ci arriva una strada asfaltata.
Traverso salendo poco in direzione est, su per un canalone, poi via seguendo i cavi (e le tracce di chi ci è stato qualche giorno fa). Avanti per la cengia molto esposta, si fa un bel giro attorno al massiccio, poi si sale dalla spalla est. Cento/duecento metri sotto la cima mollo la tavola ché non è più sciabile, ci si arrampica per roccette, poi anticima, cresta, e finalmente cima.
In discesa prendo il canale O della lavina che è decisamente più sciabile. Non fa caldissimo e la parte alta è ancora dura.
Giudizio generale: FANTASTICO. Una delle migliori gite che ricordi, lunga (compresa la pedalata sarà sui 2000) e un po' alpinistica. Davvero un'enorme soddisfazione. Grazie a chi l'ha postata qua e me l'ha indirettamente suggerita.
Indispensabili ramponi e piccozza (meglio ancora due piccozze), prescindibili ciaspe o pelli.
Foto su picasa

ATTENZIONE!!!!
Questo itinerario e' classificato come O.S.A. (OTTIMO SCIATORE ALPINISTA). Puo' presentare difficolta' e pendenze sostenute pertanto e' consigliabile solo a sciatori/alpinisti particolarmente esperti che abbiano anche una ottima capacita' di valutazione delle condizioni del manto nevoso.


Commenti a questo itinerario:

Lascia un commento