Scivolare.it

- ORTLES-CANALE MINNIGERODE

Inserita il: 22/05/2010 Nessun commento
Immagine dimostrativa che non riguarda l'itinerario

Partiti dal parcheggio della funivia di Solda, dopo pochi passi abbiamo inforcato gli sci e percorso la pista di rientro fin a circa quota 2400m. Ci siamo quindi diretti a destra (ovest) in direzione del ghiacciaio della vedretta di Solda, tenendoci alla sinistra dell’attacco dell’Hintergrat. Giunti al terminale del ghiacciaio a quota 3200m (2 ore e 30 minuti), lo abbiamo superato e calzato i ramponi. Da qui per pendenze crescenti da 40° a oltre 50°, abbiamo raggiunto la croce di vetta dell’Ortler( 5ore dal parcheggio). Il solo passaggio con i ramponi provocava deboli scariche di neve. Dalla vetta abbiamo iniziato la discesa con gli sci ai piedi. Prestando grande attenzione per le pendenze elevate, gli stretti passaggi del canale Minnigerode e per evitare eccessive scariche di neve, abbiamo effettuato la discesa per la traccia di salita. Superato il terminale, abbiamo completato la discesa dapprima sull’ampio ghiacciaio, quindi sulla pista di rientro. Le condizioni della neve erano variabili nel canale, mentre nel ghiacciaio abbiamo trovato splendida neve trasformata, poi compatta sempre sciabile fino a pochi metri dal parcheggio (1ora 30 minuti dalla vetta). Il giudizio poco consigliabile non si riferisce alla bellezza della gita, che riteniamo splendida, bensì alla grande difficoltà tecnica nonché ai notevoli pericoli oggettivi che caratterizzano la salita e la discesa del canale Minnigerode. Si tratta di un itinerario di grandissimo impegno fisico e tecnico. Estrema è anche la soddisfazione di averlo percorso. Partecipanti: Bruno, Manuel e Luca

ATTENZIONE!!!!
Questo itinerario e' classificato come O.S.A. (OTTIMO SCIATORE ALPINISTA). Puo' presentare difficolta' e pendenze sostenute pertanto e' consigliabile solo a sciatori/alpinisti particolarmente esperti che abbiano anche una ottima capacita' di valutazione delle condizioni del manto nevoso.


Foto

Commenti a questo itinerario:

Lascia un commento