Scivolare.it

Bollettini nivo-meteo

Commenti non abilitati

Il bollettino �Dolomiti Neve e Valanghe� fornisce una descrizione delle condizioni del manto nevoso e, sulla base della previsione meteorologica, una stima dell�evoluzione del pericolo valanghe. Il testo del bollettino � redatto in base ad uno schema standard e le definizioni sono uniformate a livello nazionale in modo da rendere pi� facile l�interpretazione da parte dell�utente. Il bollettino viene emesso il luned� e il gioved�, nel periodo di permanenza della neve al suolo, con aggiornamenti pi� frequenti nel caso di situazioni di significative precipitazioni nevose o variazioni delle condizioni di pericolo valanghe. L�ambito territoriale di validit� sono le Dolomiti e Prealpi venete e la formulazione del bollettino � necessariamente generale e quindi i singoli pendii non sono valutati.

Pertanto gli sciatori escursionisti, i free ride o i responsabili della sicurezza devono basarsi su ulteriori metodi di valutazione per la determinazione della pericolosit� di un singolo pendio. Per �pericolo� si intende la probabilit� che si verifichi un avvenimento potenzialmente pericoloso. Con �pericolo di valanghe� si indica la probabilit� che una valanga si distacchi in una determinata area geografica e le sue possibili dimensioni senza, tuttavia, indicare il momento preciso del distacco e l�effettiva zona di distacco, che non possono essere determinate precisamente. Il concetto di �rischio valanghe�, vale a dire il possibile danno, presuppone da un lato un pericolo e dall�altro la presenza di oggetti (persone, case, strade, etc,) potenzialmente in pericolo. Le valanghe, inoltre, si contraddistinguono per una caratteristica peculiare e cio� che l��avvenimento pericoloso� pu� essere innescato dall�influenza dell�uomo (il 90% degli sciatori travolti hanno provocato direttamente il distacco).

Leggi un articolo sulla Interpretazione del bollettino nivometeo