Scivolare.it

Il Campanile di val Montanaia vibra: è in pericolo?

Pubblicato il: 09/10/2012 Nessun commento

Analisi delle conseguenze del terremoto del 9 giugno

Dopo i recenti crolli di pareti nelle Dolomiti, se crollasse anche il Campanile di val Montanaia gli alpinisti entrerebbero in lutto. Per fortuna al momento la celebre cima delle Dolomiti friulane - inserita nel patrimonio mondiale dell'Unesco dal 2009 - vera palestra per generazioni di rocciatori, non corre alcun rischio. Però vibra e, data la sua conformazione - sembra un dito rivolto al cielo - non potrebbe non vibrare. Ma quanto vibra, e in quale modo? E nel caso di terremoti, cosa potrebbe accadere?

Il 9 giugno scorso, una scossa di 4,3 gradi Richter con epicentro vicino a Barcis (in provincia di Pordenone), ha allarmato la popolazione locale, facendo temere una possibile riattivazione di una frana incombente sul vicino paese di Cimolais e possibili lesioni al Campanile. Il Campanile di val Montanaia, infatti, è un monolito asimmetrico di dolomia: misura 120 metri di altezza sul lato Nord-Est e 240 metri su quello Sud, posti su una base larga 60 metri, creato dall’erosione dei ghiacciai che ricoprivano l’alta val Cimoliana fino a 10 mila anni fa. I geologi e i sismologi dell'Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale (Ogs) di Trieste hanno perciò avviato una serie di indagini per verificare come vibra.

«Ci siamo chiesti come oscilli questa guglia rocciosa», spiega Massimo Giorgi, «e quale sia il suo stato di salute rispetto alle zone sismiche più vicine». Insieme a Livio Sirovich, Franco Pettenati e Stefano Picotti, Giorgi ha effettuato misurazioni con due tomografi digitali direttamente in parete e in cima alla guglia, al termine di un’arrampicata di IV grado, con un passaggio di V. «Siamo riusciti a definire le diverse modalità di oscillazione del Campanile», hanno raccontato i ricercatori.

Accanto a oscillazioni principali che interessano la base, quantificabili in 2,7-1,5 oscillazioni al secondo, sono presenti anche oscillazioni di natura torsionale. «Servono ulteriori analisi per capire se la cuspide oscilli in modo più o meno solidale con la parte inferiore del Campanile», ha detto Sirovich.

Autore: Corriere
Tratto da:

Commenti:

  1. miestri dice:

    ..ma andate a lavorare (sul serio)!

Lascia un commento