Scivolare.it

Scalate estreme: cervello a rischio

Pubblicato il: 05/09/2008 Nessun commento

Uno studio su alpinisti che hanno scalato il K2 senza aiuto di ossigeno ha mostrato danni alle aree motorie

Scalare montagne altissime comporta altrettanto alti rischi. Non solo relativi a valanghe e incidenti, ma anche all'integrità del cervello . Lo indica uno studio italiano e condotto dall'Irccs Fondazione Santa Lucia di Roma, secondo il quale la riduzione di ossigeno, causata dalla bassa pressione atnmosferica di questo gas ad altitudini estreme, è connessa all'atrofia di aree cerebrali deputate al movimento. La dimostrazione arriva dall'indagine delle modificazioni di forma e misura di zone del cervello suscalatori professionisti durante e dopo la spedizione che nel 2004 ha celebrato il 50° anniversario della conquista italiana del K2. I risultati della ricerca, coordinata da Margherita Di Paola con la supervisione di Carlo Caltagirone, sono stati pubblicati sull'European Journal of Neurology.

LO STUDIO - Tutti gli scalatori sono stati sottoposti alla risonanza magnetica nucleare (Rmn) prima della partenza per la spedizione e al loro rientro, insieme ai soggetti del gruppo di controllo. Sono stati indagati sia gli effetti di una singola esposizione ad alta quota sia quelli di esposizioni ripetute. Le immagini della risonanza sono state poi sottoposte ad una particolare tecnica, la Voxel-Based Morphometry, in grado di analizzare l'intero cervello (sia la sostanza bianca sia quella grigia) e di quantificare le eventuali differenze nei diversi tessuti cerebrali. Si è così visto che l'esposizione ad altitudini estreme senza l'ausilio di respiratori ad ossigeno può comportare cambiamenti nel tessuto cerebrale anche in soggetti ben acclimatati e che non mostrano sintomi neurologici durante la spedizione. I cambiamenti sono risultati altamente specifici per alcune aree del cervello e localizzati principalmente nelle zone deputate al controllo dei movimenti.

Autore:
Tratto da: Corriere della sera

Commenti:

Lascia un commento