InfoSci

ALPI RETICHE ORIENTALI - AUSSERER NOCKENKOPF - DOSSO DI FUORI, 2770 M

La giornata inizia ancora sotto la neve, tanto che un bel po\' di noi, spaventati dalle code di fine ponte, decidono di anticipare il rientro. E se ne pentiranno, perché in quest\'ultimo giorno di vacanza tiriamo fuori la gita più bella. Scegliamo il percorso più lungo con partenza dal paese di Resia, onde evitare di impelagarci su per la val Roja, stracolma di neve. Preceduti da un gruppo di Vicenza ci incamminiamo lungo un ameno percorso nel bosco fino a una chiesetta, poi sempre su mulattiera tra radure e bosco fitto fino alla Kalkwandhuette (2052), dove comincia la parte più bella, sciisticamente parlando: una lunga dorsale aperta, di media pendenza, con qualche strappo più ripido, per 700 m di dislivello, con polvere intonsa! Mentre i vicentini si arrendono alla Stieleggkreuz (2350 m), imitati dai più stanchi dei nostri, in 4 proseguiamo verso la cima. Se ci arriviamo, lo dobbiamo soprattutto all\'encomiabile Christian, che si sobbarca buona parte della battitura traccia, con la neve fino alle ginocchia. Ha smesso di nevicare, intanto, e sembra voglia spuntare perfino un raggio di sole. In cima però la nuvola di Fantozzi ci si appiccica addosso, privandoci del meritato panorama e costringendoci a sciare per i primi 200 m praticamente a moscacieca (comunque divertente e istruttivo per la postura). Appena si apre un po\' si scatenano le danze: discesa in picchiata sulla migliore delle nevi polverose, sottolineata dai mugolii orgasmici dell\'intera compagnia. Bella sciata anche nella parte bassa, dove nel bosco si riesce pure qua e là a rubare ancora qualche curva. Titoli di coda quindi su questa ennesima \"Befana nella Polvere\", che ormai da una ventina d\'anni è per noi del GAS un appuntamento irrinunciabile. Prima di fare ritorno al travaglio usato, un grazie a Silvia per l\'organizzazione, e a tutti gli amici che hanno condiviso queste belle giornate.